TESTIMONANZE

Irma Pasquariello

Ciao a tutte, vi racconto la mia storia.
So di essere fortunata perché non ho dovuto patire dolori o diagnosi fatte male e quindi aspettare anni e anni per una diagnosi.

Mi presento, mi chiamo Irma e ho 31 anni.
Era il 9 marzo del 2016 quando mi sveglio alle 4 del mattino in preda ad atroci dolori addominali. Urlo, chiamo mia sorella medico, che per fortuna era a casa quel giorno . Mi visita e tutto fa pensare che io abbia un’appendicite.
Corriamo al pronto soccorso dove mi fanno analisi ed ecografia e da questa si vede che c’è qualcosa all’ovaio destro. Mi danno una cura mi mandano via mi prescrivono una consulenza ginecologica ma io sto troppo male e allora mi reco alla clinica Malzoni specializzata in queste cose.

Mi visitano tre dottori vecchia scuola e sono tutti d’accordo sul fatto che avevo un corpo luteo emorragico sono combattuti se operarmi o meno ma decidono solo di tenermi in osservazione quindi mi ricoverano .
I dottori in quel reparto (tutti giovani ) mi rincuorano dicendomi che si sarebbe riassorbito e sarei tornata a casa il giorno seguente visto come io stavo male e spaventata intanto mi riempiono di antidolorifici .
Il giorno dopo, ecografia. La dottoressa che me la fa mi dice “Io non vedo nessun corpo luteo emorragico, ma due cisti che sospetto endometriosiche, di conseguenza dobbiamo operare”, ma prima di tutto mi indirizza da una brava ecografista 3D per vedere se l’endometriosi è presente in altri organi .
Faccio l’ecografia ad aprile: endometriosi confermata, ma ferma alle ovaie e al legamento utero sacrale, mi dice inoltre che non sa se potrò avere i figli perché le ovaie non sono messe benissimo . Mi dice che sono fortunata perchè a me è asintomatica.

Porto tutto alla dottoressa , a maggio mi programmano l’intervento.
Vengo ricoverata mi fanno firmare una liberatoria dove li devo autorizzare anche a togliere le tube nel caso in cui vedono che non vanno . Piango, sono disperata vedo il mio sogno di diventare mamma sempre più lontano mi viene voglia di buttarmi di sotto ma sono più forte.
Mi operano, due ore di intervento, quando mi sveglio mi dicono che è andato tutto bene, le tube funzionavano e non le hanno tolte e non è stato tolto nemmeno un ovaio.

Nel periodo dopo l’intervento piangevo sempre, mi sentivo depressa.
Torno a visita dopo un mese, è tutto ok mi, prescrivono Visanne che prendo solo per un mese a causa dei brutti effetti che ha su di me.
Sospendo e decido che voglio a tutti i costi provare ad avere un bambino perché non so quando la malattia torna perché mi hanno detto è recidiva . Ad agosto sono incinta ora il mio gioiello di quasi 4 anni è qui vicino a me e mi sento felice e fortunata…p er ora la malattia non è tornata e spero non torni.
LA VOCE DI UNA È LA VOCE DI TUTTE

CIAO