TESTIMONANZE

Brunella

Ciao ,sono Brunella, ho 24 anni e a febbraio 2021 ho avuto, finalmente, la mia diagnosi di endometriosi.
Perché dico finalmente ? Beh, perché soffro da quando a 12 anni ho avuto le mie prime mestruazioni.

Ho passato 12, lunghi anni, di sofferenze tra dolori atroci all’addome, alla schiena, alle gambe, alla testa, alle braccia, tra nausea, decimi di febbre, svenimenti, pianti e grida di aiuto disperate, per non parlare di 4 dosi di antidolorifico al giorno.
Ho girato tanti studi medici e ginecologici ma mi congedavano sempre dicendo che era tutto apposto, che non avevo nulla, che avevo una soglia del dolore bassa, che tutte le donne soffrono un po’ per il ciclo e che è normale che le donne debbano soffrire per questo!

Ogni volta tornavo a casa sempre più demoralizzata ma nonostante tutto ciò che mi dicevano la mia convinzione che qualcosa non andasse nel mio corpo non è mai svanita. Più passavano gli anni e più aumentavano i dolori, iniziavo ad avere dolori cronici non più solo durante le mestruazioni e il campanello d’allarme risuonava sempre più forte nella mia testa.
Così, ho iniziato ad indagare da sola su internet ed ho conosciuto questa famigerata malattia che è l’endometriosi ed una parte di me si è convinta di averla ma l’altra parte di me non voleva accettarlo. Fino a che, un giorno, un’anima pia di un ginecologo si accorse che ce l’avevo e me la diagnosticò ufficialmente.
Uscii da quello studio con un mix di sensazioni contrastanti: ero felice e sollevata perché, finalmente, potevo dare un nome al mio dolore e nessuno più si sarebbe mai potuto azzardare a darmi della pazza o esagerata ma allo stesso tempo mi crollò il mondo addosso perché avrei dovuto iniziare una cura ormonale che, si sa, può dare tanti effetti collaterali, perché non avrei saputo fino a che non avessi provato ad avere una gravidanza se rientrassi in quel 30% di donne affette da endometriosi che non possono avere bambini e perché non avrei saputo quanto poteva peggiorare la mia malattia nel tempo e quanto sarei potuta stare male nel lungo periodo.

Ho poi cercato uno specialista in endometriosi per avere una diagnosi più accurata e oltre l’endometriosi alle ovaie mi ha diagnosticato anche l’adenomiosi e quindi convivo con questa bella doppietta da praticamente sempre ma da pochi mesi con una certa consapevolezza.

Questa è la mia storia, sarà molto simile a quella di molte altre ed è per questo che non mi sento mai sola. Siamo tante nella stessa barca e dobbiamo sostenerci a vicenda come una grande famiglia.

Un bacio fortissimo, Brunella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *